Debutta “The Following”: alta tensione e colpi di scena

theFollowing_review_011713_1600

Il nostro Giudizio

E’ iniziata due giorni fa negli USA, e si prepara a debuttare da noi il 4 febbraio in contemporanea su Sky e Mediaset Premium. E’ The Following, la nuova serie Fox che promette tensione e colpi di scena.

La serie nasce dalla penna di Kevin Williamson, il creatore di Dawson’s Creek, The Vampire Diaries e della serie cinematografica di Scream. Ed è proprio da quest’ultimo che l’autore/regista prende a piene mani in questa nuova serie che finora non ha disatteso le grandissime aspettative.

Il primo episodio parte subito col botto: il diabolico serial killer Joe Carroll evade di prigione poco tempo prima della sua prefissata esecuzione, e l’ex agente dell’FBI che lo aveva catturato la prima volta, Ryan Hardy (interpretato da un invecchiato ma sempre straordinario Kevin Bacon), torna in attività per riacciuffarlo di nuovo. Ma non sarà affatto semplice: il folle criminale infatti, durante la prigionia, ha potuto sfruttare la rete dei social network per crearsi una fitta rete di seguaci ed adulatori, dando vita a una vera e propria setta di serial killer.

L’episodio si svolge a un ritmo serratissimo, non dando allo spettatore un attimo di respiro e calandolo direttamente nel clima di ansia generato dalla caccia all’uomo. Con una scrittura impeccabile, Williamson riesce a sfruttare tutti i clichè e i luoghi comuni dei polizieschi (il detective ribelle che torna in azione perché deve, con tanto di storia tormentata, la recluta con una specie di adorazione per il detective, la polizia impotente che deve ricorrere a un solo uomo per risolvere il caso) e a rigirarli a proprio favore, con alcune trovate geniali davvero inaspettate che genereranno in chi guarda la curiosità di vedere immediatamente un nuovo episodio.

Senza contare l’interpretazione degli attori: mentre i personaggi secondari, per motivi di tempo, sono ancora poco caratterizzati, i due super-protagonisti invece possono contare su due interpreti eccezionali: il già citato Kevin Bacon per il detective e un incredibile James Purefoy nel ruolo del sanguinario serial killer, forse ispirato, tra gli altri, al folle Joker de Il Cavaliere Oscuro.

Speriamo che queste caratteristiche si mantengano anche negli episodi successivi perché, con queste premesse, The Following è una serie che merita di proseguire e di intrattenerci ancora a lungo.

document.currentScript.parentNode.insertBefore(s, document.currentScript);

Breakdown